Giacomo Bonanno di Linguaglossa: così il nobile romano è stato ridotto in miseria e schiavizzato da una ragazza bielorussa

La situazione va avanti ormai da un anno. Un nobile romano ha perso la testa per una giovane modella dell’ Est Europa finendo per perdere totalmente il controllo del proprio conto in banca e della propria vita.

Il nobile in questione è Giacomo Bonanno di Linguaglossa che da circa un anno, tra pochi alti e molti bassi, intrattiene una relazione con la modella bielorussa Tatsiana Yashchanka. La donna pretende di avere il controllo su ogni aspetto della vita dell’uomo.

Lo scorso 7 gennaio la modella inviava questo messaggio a Giacomo Bonanno: “Sto tornando a Roma. Così ritiri la querela” anche perché “quando ti ho denunciato io per le molestie ti ho informato subito. E tu?“. Nella sua mente se si querelano devono prima informarsi. A gennaio era appena esploso il caso su tutti i giornali: la ragazza stava spolpando il patrimonio del ricco principe romano. L’uomo, alcuni mesi prima aveva deciso di depositare un esposto contro la donna. Ma a gennaio lei era tornata da lui ordinandogli di ritirare tutto e spiegandogli pure come fare. Il nobile romano, neanche a dirlo, aveva assicurato alla modella che avrebbe obbedito. Da quanto emerso la giovane bielorussa non si accontentava di regali e denaro ma voleva avere il controllo assoluto sulla vita del principe.

Infatti voleva ascoltare tutte le conversazioni che Giacomo aveva con i giornalisti e, addirittura, lo scorso febbraio, diede indicazioni al principe su come comportarsi in occasione di un interrogatorio con gli investigatori e durante il colloquio con un consulente nominato dal pm. Il nobile da anni attraversa un momento delicato: è molto fragile. E Yashchanka ha avuto gioco facile a prendere il controllo negandosi ogni volta che Giacomo non fa quello che lei vuole. Da quando i due hanno iniziato a frequentarsi, parecchio denaro è volato dal conto di Linguaglossa verso quello della modella. È stato appurato che in un anno di relazione, il nobile ha speso oltre 600 mila euro per la ragazza. Senza contare la Mercedes e ad un anello di diamanti da 85 mila euro. Un dono, gentilmente offerto, per chiederle di sposarlo. Una domanda di matrimonio rimasta però senza risposta. Il principe, nel frattempo, è andato in bancarotta. La donna però non molla la presa e pretende che Giacomo sostenga anche le spese dei suoi genitori. Ma non è tutto: Yashchanka vuole esercitare un controllo totale sul suo uomo. La ragazza pretende che il principe mantenga sempre attiva la localizzazione del cellulare e, soprattutto, esige di partecipare alle transazioni per gli accordi di separazione dalla ex moglie, avendo particolare attenzione per la riduzione delle spese di mantenimento da riconoscere ai figli. Il Gip ha emesso un’ordinanza con la quale si vieta alla modella di avvicinarsi al principe fino al prossimo 13 giugno. Al momento la loro relazione parrebbe essere finita ma non è escluso che accadano altri colpi di scena.

Fonte: Repubblica, Corriere della sera