Android, occhio a questo virus: si impossessa del tuo smartphone

Gli utenti Android devono decisamente preoccuparsi del nuovo malware: ecco come fa a prendere possesso del telefono.

Navigare in internet è senza dubbio un’attività fondamentale e sempre più persone utilizzano ormai i dispositivi tecnologici per recarsi sui siti web, sui social e via dicendo. La pandemia di Covid-19, che ha costretto le persone a rimanere in casa, ha facilitato l’uso di smartphone e tablet anche da parte di coloro che fino a quel momento non erano particolarmente avvezzi alla tecnologia, come ad esempio le persone più in là con gli anni.

virus android
Allerta virus android – radio7

Tuttavia, come sanno molto bene coloro che invece utilizzano già da tempo gli smartphone, il web è pieno di insidie e la possibilità di essere attaccati dai malintenzionati informatici è sempre dietro l’angolo.

Hook, tutto sul nuovo malware: colpisce i telefoni Android

Proprio in queste ultime ore è cominciata a circolare la notizia che riguarda un nuovo malware, denominato Hook, che sembra riuscire a prendere di mira i telefoni Android.

Il malware Hook è stato creato da zero ma condivide molte caratteristiche con un noto trojan bancario, ERMAC, che riesce a rubare le credenziali di oltre 460 app bancarie.

Proprio perché somiglia molto a ERMAC, anche Hook ha i tratti di un trojan bancario. Tuttavia, come sottolinea anche il sito Tutto Android, le caratteristiche di Hook lo rendono ancora più pericoloso. 

Hook, che si presenta come un malware as a service (ovvero un malware noleggiabile pagando una cifra ogni mese), permette di controllare da remoto i device tramite VNC (Virtual Network Computing): per farla breve, mentre l’utente usa lo smartphone i malintenzionati rubano dati sensibili e riescono anche ad interagire con l’interfaccia, causando sblocco del dispositivo, screenshot e molto altro.

E non è tutto, perché Hook sa fungere anche da file manager: in questo modo, il malware spalanca le porte agli hacker, che possono così avere accesso a tutti i file del dispositivo, fino ad arrivare addirittura alle conversazioni WhatsApp.

Anche l’Italia tra i Paesi colpiti da Hook (ma c’è una buona notizia)

Sempre Tutto Android sottolinea che Hook ha colpito diversi Paesi, tra cui anche l’Italia. Tuttavia c’è un aspetto positivo: per funzionare, infatti, il malware richiede l’accesso completo ai servizi di accessibilità, ed è un aspetto che Google ha reso decisamente complicato da Android 11 in avanti.

il virus può impossessarsi dello smartphone
il virus può impossessarsi dello smartphone – radio7.it

Pertanto, chi ha il proprio telefono aggiornato alle ultime versioni di Android può stare abbastanza tranquillo, anche se il consiglio è sempre quello di scaricare app solo dal Google Play Store.