Disoccupati, tutte le agevolazioni confermate nel 2023 anche senza reddito

Confermate queste agevolazioni per i disoccupati nel 2023 anche senza reddito: scopriamo nello specifico di cosa si tratta. 

Nonostante sia iniziato da meno di un mese, questo 2023 si porta dietro gli strascichi di un 2022 quasi devastante dal punto di vista economico. Una situazione davvero critica e che ha portato allo stremo tantissime famiglie.

disoccupati agevolazioni 2023
Quale agevolazioni richiedere nel 2023 se si è disoccupati- Radio7.it

Non è una situazione facile quella che si sta vivendo in questi ultimi mesi e più passano i giorni e più le serrande dei negozi continuano ad abbassarsi e più aumentano le attività che chiudono i battenti per sempre e più cresce il tasso di disoccupazione. Non è raro infatti, trovare di questi periodi tantissime persone che dopo anni di onorato lavoro si sono dovuti reinventare nuovamente. Cosa per nulla facile, soprattutto quando si sarà troppo giovani per la pensione, ma troppo ‘anziani’ per poter accettare qualsiasi tipo di lavoro.

Nuove agevolazioni nel 2023 per i disoccupati: quali sono e come richiederle

Nonostante il Governo sia stato chiaro sin da subito, ribadendo che molti bonus presenti nel 2022 non verranno riconfermai nuovamente o al massimo verranno cambiati i requisiti per poterne godere, quelle agevolazioni spettanti ai disoccupati sono assolutamente intoccabili anzi, è stata una delle prime cose che il nuovo Governo Meloni ha voluto studiare per cercare di migliorarne l’efficacia.

agevolazioni disoccupati 2023
Agevolazioni per i disoccupati anche senza reddito nel 2023- Radio7.it

Esattamente come successo per il bonus trasporti confermato anche per il 2023 ma con delle piccole modifiche, anche le agevolazioni che spettano ai disoccupati sono state reintrodotte nuovamente e potranno essere richieste anche da chi è senza reddito, a patto ovviamente che si rispettino i requisiti necessari. Ma vediamo nel dettaglio quali sono:

  • Naspi– assegno mensile erogato a tutti coloro che hanno perso il lavoro non per loro volontà. Ci saranno dei parametri in cui rientrare, per questo dopo aver presentato tutti i documenti necessari, la domanda verrà analizzata e se tutto è in regola il pagamento verrà erogato già dal mese successivo;
  • Discoll– molto simile alla Naspi, ma potrà essere erogata soltanto a determinati lavoratori, tra cui collaboratori coordinati e continuativi. Anche in questo caso, se la domanda verrà accettata il pagamento arriverà il mese successivo;
  • Disoccupazione agricola– agevolazione per tutti coloro che provengono dal mondo agricolo;
  • Reddito di cittadinanza– una manovra che ha fatto tanto discutere, confermata anche per questo 2023 ma con delle modifiche rilevanti, come la durata di soli 6 mesi;
  • Assegno unico e universale– una delle grandissime novità introdotte già nel 2022 e che da la possibilità anche ai disoccupati di poter richiedere questa forma di sostegno;
  • Bonus sociale– che prevede un abbattimento dei costi in bolletta per tutti coloro che hanno un Isee che non superi i 15mila euro annui.

Da come avete potuto vedere le agevolazioni di certo non mancano, vi basterà recarvi presso un Caf per sapere se anche voi rientrate nella categoria o meno.

Impostazioni privacy