Meteo pesante | Prepariamoci arrivano gelo e neve anche a bassa quota

Meteo bomba, prepariamoci perché arrivano gelo e neve anche a bassa quota: ecco le previsioni dei prossimi giorni.

Pare che sarà proprio gennaio, mese centrale dell’inverno, a portare il freddo nel nostro paese, dopo settimane che sostanzialmente hanno offerto temperature miti in tutta la penisola, a partire da ottobre ma anche fino allo scorso dicembre, comprese le festività natalizie.

meteo bomba gelo neve
L’inverno pare stia arrivando – Radio 7

Stando a quanto riportato dalle previsioni meteorologiche per i prossimi giorni, pare proprio che sia arrivato il momento per i termometri di scendere vertiginosamente, tanto che potrebbe arrivare il gelo in tutta Italia e anche la neve a bassa quota; ecco la situazione prevista per i prossimi giorni.

Dopo tanta attesa ecco l’inverno: temperature pronte a scendere

Le settimane invernali che abbiamo al momento vissuto hanno presentato delle temperature sicuramente sopra la media, seguendo la scia delle ottobrate e novembrate che molte persone si sono godute negli scorsi mesi. In quest’inizio di 2023 c’è stata sin da subito grande attesa per l’inverno, sia dagli amanti del freddo sia per l’inizio della stagione sciistica ma, motivo ancor più importante, per le riserve d’acqua da utilizzare nei mesi più caldi. A quanto pare, stando alle previsioni, potrebbe arrivare sul nostro paese un’ondata di vero gelo che potrebbe portare la neve anche a bassa quota; ecco cosa dicono gli esperti.

Le previsioni per i prossimi giorni: gelo e neve anche a bassa quota

Stando a quanto riportato dal sito ilmeteo.it, al momento le condizioni meteo  in Europa e, in maniera specifica, in Italia, sono tutt’altro che invernali, ma la situazione potrebbe cambiare nelle prossime settimane con l’arrivo di un’ondata di gelo direttamente dalle lande russe, noto appunto col termine tecnico di Burian. Nello specifico, questo termine indica un gelido vento nordorientale che durante il periodo invernale soffia sulle  lande siberiane (note per il loro freddo) o le steppe kazake; spesso il vento si spinge in Asia, meno di frequente in Europa anche se, qualora arrivasse nel Vecchio Continente, porterebbe ad un drastico calo delle temperature e anche delle tempeste di neve.

meteo bomba gelo neve
Potrebbe arrivare Burian – Radio 7

Come facilmente intuibile, il vento si spinge in Europa solamente col verificarsi di determinate condizioni; come analizzato dagli esperti de ilmeteo.it,  lo schema sinottico favorevole a questo vento potrebbe verificarsi col Ponte di Weikoff, in sostanza un fenomeno che si origina quando l’alta pressione delle Azzorre si allunga dall’Atlantico fino ad arrivare alla Scandinavia, saldandosi in parte con l’alta pressione russo siberiana (anticiclone russo od orso russo). A seguito di quest’evento, l’aria gelida di origine artico continentale scorre così lungo il bordo orientale del ponte alto pressorio, spingendosi verso l’Europa, dove penetra con gelidi venti da Nord Est; qualora si verificasse questo schema, in Europa le temperature potrebbero davvero crollare e si potrebbero verificare delle abbondanti nevicate, anche sul nostro paese. In passato è già successo che quest’aria fredda si spingesse verso l’Italia; solo in tempi più recenti, nel 2012, nel 2018 e anche nel 2021. Cosa succederà nelle prossime settimane? In attesa di nuove previsioni e magari clamorose novità, aspettiamoci l’inverno.