Be Real: come funziona | Tutto sulla nuova applicazione che sta spopolando

Scopriamo insieme tutto sulla nuova applicazione che sta spopolando in questo momento tra i giovani e non solo. Il mondo corre sempre più veloce e con lui anche le nuove applicazioni sono sempre di più.

Noi però oggi vi vogliamo parlare di una in particolare, si perchè dopo Facebook, Instagram e TikTok, adesso c’è BeReal, che ci permette, o almeno così dice, di essere ancora più reali e di non modificare nulla.

Be Real: come funziona | Tutto sulla nuova applicazione che sta spopolando
Be Real: come funziona | (Fonte Canva) Radio7

Ma cerchiamo di capire insieme il suo funzionamento e quanto sta prendendo nella vita dei giovani di oggi, ma non solo, perchè anche alcune celebrità iniziano ad usarlo.

Be Real: come funziona | Tutto sulla nuova applicazione che sta spopolando

Iniziamo dicendo che il social non è nato esattamente adesso ma ben due anni fa è solo negli ultimi mesi però che sta godendo di una particolare fama il motivo? Ci permette di essere veri al cento percento!

Sapete come funziona? Ci arriva una notifica e noi abbiamo tempo due minuti per caricare una fotografia, contrapponendosi quindi alle foto perfette che molto spesso le star pubblicano su altre piattaforme.

Non ci sono filtri, non ci sono like e nemmeno follower, lo slogan della piattaforma è molto chiaro e preciso perchè indica “i tuoi amici, davvero”. Il tempo per fare la foto è pochissimo, quindi possiamo apparire in pigiama e senza trucco o mentre facciamo azioni della nostra vita quotidiana.

I suoi ideatori sono francesi e si chiamano Alexis Barreyat e Kévin Perreau e per fare qualche soldo hanno dovuto attendere ben due anni, perchè da qualche mese sono aumentati, ed anche di molto i download dell’applicazione.

Al momento sembra che le persone che fanno un utilizzo giornaliero di BeReal sono circa 3 milioni di persone, ma basti pensare che nel mese di agosto sono arrivati per la prima volta ben 7 milioni di nuovi profili, un numero incredibile!

Le fotografie che possiamo condividere non sono infinite, ma solamente una al giorno, e una volta scattata possiamo decidere noi se pubblicarla oppure no, una funziona divertente è quella della doppia camera, la prima è sul volto della persona mentre la seconda inquadra il dietro, in questo modo non possiamo mentire su dove ci troviamo.

Esempio pratico, se facciamo la foto sul divano non possiamo fingere di essere in un mega hotel, taggandolo. L’applicazione è veramente pienissima di immagini in pigiama o che mostrano la vita di tutti i giorni, senza filtri e pose strane. Ecco che sembra stia dilagando un nuovo modo di fare i social, ovvero mostrandosi per così come si è.

Be Real: come funziona | Tutto sulla nuova applicazione che sta spopolando
BeReal sta spopolando nella generazione Z (Fonte Canva) Radio7

Come quando, anche su Instagram si mostrano le foto della skin positivity, quindi si vedono volti con pori dilatati oppure donne con smagliature, c’è anche un modo diverso di relazionarsi, non basta mettere un pollice oppure un cuore, ci sono le RealMoji, ovvero le emotion con il nostro volto.

Non troviamo nemmeno il numero di like, e se superiamo i 50 amici viene solamente indicato + 50 senza entrare nel dettaglio. Ma chi sono quelli maggiormente incuriositi da questa nuova applicazione? La generazione z. Lo sviluppatore di BeReal, ovvero Alessandro Paluzzi, come possiamo leggere anche su Skytg24 aveva annunciato che anche Ig stava studiando funzioni simili, come la doppia camera.

Diciamo che non sarebbe la prima volta che Instagram prende spunto da altre piattaforme per ampliare le sue funzioni. E voi che cosa ne pensate di BeReal? Lo utilizzate oppure no?