Fiato corto quando fai le scale? Ecco quando indica qualcosa che non va e cosa devi fare

Scopriamo insieme che cosa possiamo fare se dopo aver fatto poche scale abbiamo questo tipo di problema che ci limita.

A tutti noi capita di andare di corsa e magari di fare le scale in modo veloce, in quel caso è normale avere il fiato corto quando siamo arrivati al nostro piano oppure mentre le saliamo, ma se succede anche quando andiamo con calma può essere un problema.

Fiato corto quando fai le scale? Ecco cosa devi fare assolutamente
Fiato corto quando fai le scale? Ecco cosa devi fare assolutamente (pixabay)

In questo caso possiamo cercare di capire insieme che cosa possiamo fare per trovare il motivo alla base del nostro fiato corto, insieme ovviamente, al nostro medico curante, ma vediamo meglio.

Fiato corto quando fai le scale? Ecco cosa devi fare assolutamente

Iniziamo come prima cosa dicendo che i medici chiamano il nostro fiato corto come dispnea, ovvero quella percezione di affanno, che è molto diffusa non pensate il contrario assolutamente.

Può succedere che questo problema si manifesti per un tempo limitato oppure che sia molto frequente se non cronico, ovviamente è sempre bene capire per quale motivo si è manifestata.

Perchè in alcuni casi sono vere e proprie patologie che possono riguardare i polmoni oppure il sistema cardiovascolare, come in casi di insufficienza cardiaca, oppure anche momenti di forte stress o ansia.

E’ bene, insieme al nostro medico, in base al suo parere fare anche degli esami per capire meglio da che cosa nasce questo problema di dispnea, come prima cosa vi diciamo che se non siamo allenati ed iniziamo con una qualsiasi attività fisica un po’ di fiato corto potrebbe essere il modo per recuperare le forze spese e per questo motivo aumenterebbe la frequenza.

Fiato corto quando fai le scale? Ecco cosa devi fare assolutamente
Fiato corto quando fai le scale? Ecco cosa devi fare assolutamente (pixabay)

Anche se fumiamo, ovviamente rientra in queste possibili motivazioni del nostro problema, oppure problemi come polmonite, tracheite o altre patologie, incredibile da pensare ma anche alcune allergie possono portare a questa problematica.

Molto spesso, insieme al nostro medico è bene sottoporsi ad un elettrocardiogramma ed ecocardiogramma, ma anche test per vedere se c’è una possibile anemia, è possibile poi fare anche una spirometria per verificare se abbiamo problemi legati ai polmoni o all’apparato respiratorio.

Ma il fiato corto, o la sua sensazione può essere imputabile anche allo stress e all’ansia che ci può colpire, quindi parliamo sempre di tutto con il nostro medico in questo modo riuscirà a farsi un quadro preciso della nostra situazione ed insieme riuscirete a capire la natura di questo fastidioso fiato corto.