Bollette arriva il nuovissimo bonus da 600 euro 💶 ma non è per tutti

Finalmente un aiuto che può fare comodo per pagare le spese. Arriva il bonus da 600 euro per le bollette. Ma non è per tutti

A causa dei rincari dei prezzi di energia, carburante, gas e prodotti di consumo, il coto della vita è aumentato a dismisura e sono moltissime le famiglie che non riescono ad affrontare le spese.

(Bonus 600 euro bollette)

Proprio per questo, lo Stato ha deciso di intervenire mettendo sul tavolo alcuni aiuti economici rivolti a quei cittadini maggiormente in difficoltĂ . Ecco, quindi, il bonus da 600 euro per le bollette. Ma non sarĂ  per tutti.

Arriva il bonus da 600 euro per le bollette

Sono molti gli interventi legislativi che mirano ad aiutare lavoratori e pensionati particolarmente colpiti dalla crisi economica. Grazie al Decreto Aiuti bis, infatti, è stato innalzato il valore e aumentato il numero delle categorie che possono avere dei benefit. Dall’Agenzia delle Entrate, infatti, arriva un bonus da 600 euro per le bollette. Secondo la norma non formeranno reddito imponibile ai fini IRPEF qui beni ceduti e servizi prestati al lavoratore dipendente per il limite massimo di 600 euro.

Tra questi rientrano anche quelle cifre erogate o rimborsate dal datore di lavoro per il pagamento delle bollette. Si tratta del servizio idrico integrato, gas naturale ed energia elettrica. Dunque, è stato innalzato il limite da 258,23€ a 600€.

Nell’articolo 51 del TUIR è previsto la non concorrenza al reddito imponibile IRPEF per i beni ceduti e servizi prestati al lavoratore limitatamente a 258,23€. Ma con il decreto Aiuti bis è stato introdotta l’estensione delle tipologie dei fringe benefit che fanno reddito al lavoratore.

(Bonus 600 euro bollette)

Inoltre, i pagamenti delle utenze domestiche riguarderanno immobili ad uso abitativo posseduti dal dipendente, coniuge o familiari. Questo in qualsiasi caso e comunque a prescindere che abbiano o meno la residenza o il domicilio. Possono anche essere estese le utenze per uso domestico intestate al condominio, divise ovviamente tra i condomini.

All’interno della circolare emessa dall’Agenzia delle Entrate, è specificato che il Bonus dipendenti è un’agevolazione autonomia e compatibile rispetto al Bonus carburante. Dunque i lavoratori potranno usufruire del Bonus di 200€ per il carburante e anche del Bonus da 600 euro per le bollette.