Quoziente familiare: ecco la novità ufficiale che ti abbassa le tasse e ti dà più soldi

Come sappiamo il governo di Giorgia Meloni si è già insediato e ha messo al centro della sua azione politica proprio la promozione della famiglia e della natalità.

Infatti in Italia le coppie fanno pochissimi figli proprio perché si sentono estremamente incerte sul futuro.

Pexels

Una novità forte del governo di Giorgia Meloni sarà proprio il quoziente familiare. Già da tempo Giorgia Meloni quando era all’opposizione sosteneva che l’idea del quoziente familiare fosse un’idea molto valida per aiutare le famiglie e per far sentire meno sole dal punto di vista economico le famiglie più numerose.

Come funzionano i nuovi aiuti

Vediamo come funzionano le nuove iniziative del governo Meloni a sostegno della famiglia e soprattutto vediamo come funziona il quoziente familiare.

Pexels

Per promuovere la famiglia e per spingere le famiglie a tornare a fare figli Giorgia Meloni sta agendo su più fronti. Innanzitutto l’indicatore ISEE sarà rivisto in modo tale da potenziare automaticamente l’assegno unico e tutti i vari bonus. Proprio rivedendo gli indicatori ISEE, tante famiglie potranno accedere a bonus sociali ai quali invece adesso non hanno ancora accesso. Ma la novità più forte è sicuramente l’aumento dell’assegno unico universale del 50% e anche il quoziente familiare.

Assegno unico e quoziente familiare

Con l’aumento dell’assegno unico del 50% le famiglie che oggi percepiscono 175€ al mese per ogni figlio arriveranno a percepire ben €300 per ogni figlio. Ma in realtà l’assegno unico sarà aumentato su tutte le fasce di erogazione. Per quanto riguarda il quoziente familiare si tratta di una misura che permette di abbassare la tassazione proporzionalmente al numero dei membri della famiglia. Facciamo un esempio pratico. Una coppia con due figli che oggi paga una determinata cifra allo stato in tasse, se non avesse i due figli pagherebbe esattamente la stessa tassazione.

Ecco perchè ti conviene

Infatti attualmente le tasse si pagano in base al reddito e se si hanno o non si hanno figli a carico sostanzialmente cambia molto poco. Ma con il quoziente familiare invece la situazione cambia in modo importante. Infatti chi beneficia di un reddito andrà a pagare le tasse in proporzione al reddito ma anche in proporzione al numero di membri della sua famiglia. Quindi proprio le famiglie più numerose potranno beneficiare di un abbattimento forte della tassazione. Lo scopo è proprio quello di andare a premiare le famiglie più numerose ma anche soprattutto ad aiutare quelle famiglie che hanno più bocche da sfamare. Ma sul quoziente familiare ci sono anche delle polemiche perché se non viene strutturato bene può anche arrivare a premiare soprattutto le famiglie ricche.