IVA abbassata al 5%: lista aggiornata prodotti, azzeri inflazione, gioia immensa famiglie

La situazione per le famiglie è molto dura e precaria e il governo di Giorgia Meloni mette in campo un’IVA abbassata al 5% proprio per venire incontro alle famiglie italiane.

Con l’aumento delle bollette del 60% durante il mese di ottobre addirittura 5 milioni di famiglie non sono riusciti a pagare e questo ha spinto il governo Meloni a tutta una serie di mosse per cercare di sostenere le famiglie italiane.

ALESSANDRO_DI_MARCO/ANSA

Cerchiamo di vedere come funziona l’IVA abbassata al 5% ma anche altre misure a sostegno delle famiglie.

Iva abbassata su tanti prodotti contro la stangata dell’inflazione

Innanzitutto a sostegno delle famiglie arriva un aumento dell’assegno unico universale di ben il 50%.

Pixabay

Questa nuovissima misura partirà proprio dal gennaio 2023. Quindi tutte le famiglie con i figli dal gennaio 2023 avranno un aumento dell’assegno unico pari al 50%. Ma oltre a questo aumento dell’assegno unico arriva anche un bonus per il mese di dicembre pari proprio a €150. Grazie a questi due aiuti sicuramente le famiglie potranno avere una piccola mano in più. Ma arriva anche la misura dei nidi gratuiti sempre per le famiglie con i figli e adesso anche la riduzione dell’IVA al 5%.

Un forte aiuto sociale su questi prodotti

La riduzione dell’IVA al 5%, andrà ad aversi su tutta una serie di prodotti dell’infanzia. Quindi questo abbassamento dell’IVA ci sarà sui pannolini sul latte artificiale sui biberon ma anche sugli assorbenti e su carne pesce e acqua. Quindi sostanzialmente molti prodotti di prima necessità ma soprattutto molti prodotti destinati ai più piccoli, dovrebbero vedere l’IVA abbassata al 5%. Questo può dare una mano molto forte alle famiglie perché sostanzialmente abbassare l’IVA a soltanto il 5% significa compensare almeno in parte gli aumenti dovuti all’inflazione. Ma oggi si parla sempre più spesso anche di buoni spesa.

I nuovi buoni spesa

Infatti il governo ha sempre erogato i buoni spesa per consentire alle famiglie più in difficoltà di fare la spesa al supermercato ma oggi questi buoni continuano ad essere erogati alle famiglie ma secondo molti potrebbero anche essere potenziati. Infatti anche i buoni spesa dovrebbero riflettere in qualche modo la terribile stangata dell’inflazione che oggi è arrivata al 12%. Quindi alcuni osservatori politici stanno parlando con forza anche di questa ulteriore misura. Un potenziamento dei buoni spesa consentirebbe a più famiglie di beneficiare di questi aiuti erogati dal governo ma poi distribuiti dai comuni. La speranza è che come per il bonus bolletta anche questi siano estesi come platea di beneficiari.