Agenzia delle Entrate: pioggia di lettere di fermo amministrativo, gli italiani nel panico, difenditi così

L’Agenzia delle entrate è stata ferma durante tutto il periodo del covid e del lockdown ma adesso arrivano tanti preavvisi di ganasce fiscali.

Il fermo amministrativo è anche detto ganasce fiscali ed è proprio un mezzo che l’Agenzia delle entrate usa per spronare i cittadini a pagare le cartelle esattoriali.

ANSA

Sostanzialmente sono tantissimi gli italiani che stanno ricevendo la lettera delle temute ganasce fiscali.

Pioggia di lettere di fermo amministrativo

Quando arriva il fermo amministrativo l’automobile non può più circolare.

Pixabay

Infatti se viene sorpresa a circolare un’automobile colpita da fermo amministrativo le sanzioni sono durissime e si arriva anche alla confisca del veicolo. Purtroppo oggi sono tantissimi gli italiani che hanno delle pendenze con la pubblica amministrazione. Proprio per questo sono tante tasse non pagate in passato e tante cartelle esattoriali che stanno ponendo le basi per il fermo amministrativo. Davvero tantissimi italiani stanno ricevendo queste lettere o le potranno ricevere nelle prossime settimane. Infatti se passano 30 giorni senza che il contribuente abbia pagato quello che deve si arriva al fermo amministrativo.

Come funziona e come difendersi

Ma proprio in questi giorni l’agenzia delle entrate ha comunicato di aver pesantemente inasprito questa pratica. Quindi sono tantissimi i cittadini che stanno ricevendo la cartella esattoriale. Quando si riceve la cartella esattoriale ci sono 60 giorni per il pagamento. Ma se passano questi 60 giorni il concessionario per la riscossione invia il preavviso di fermo. È proprio da questo preavviso di fermo che scattano i famosi 30 giorni per le ganasce fiscali. Infatti se passano questi 30 giorni senza che il contribuente abbia pagato quello che deve arriva proprio il fermo amministrativo che oggi sta colpendo tanti Italiani e che può colpirne altrettanti.

Attenzione a questi termini

Infatti l’Agenzia delle entrate a quanto pare sta utilizzando con molta maggiore intensità questo strumento proprio per spingere a pagare tanti Italiani che ancora non l’hanno fatto. Ma la tensione sociale cresce sempre di più perché troppi italiani non ce la fanno pagare il fisco e molti sostengono che questo inasprimento delle pratiche fiscali finirà soltanto per aumentare la rabbia sociale più che per fare avere più soldi all’ erario. Tra l’altro è importante sottolineare come queste ganasce fiscali non riguardino bolli e multe. Infatti qualsiasi pendenza con l’agenzia delle entrate può dare il via a questo genere di strumento per spingere il cittadino ad dare i soldi al fisco.