Bancomat: doppia stangata dovrai pagare tanto al prelievo e non potrai più fare un’operazione

Sul bancomat arrivano stangate molteplici a danno degli italiani. Per gli italiani il bancomat è ormai qualche cosa di acquisito da decenni.

Infatti i popolari sportelli automatici sono usati continuamente dagli italiani per le spese di tutti i giorni.

ANSA

Ma purtroppo il bancomat oggi è nel mirino del fisco e anche delle banche e quindi non soltanto prelevare diventerà molto più costoso ma arrivano anche tanti nuovi problemi sui popolari sportelli automatici.

Stangate sul bancomat

Prima di tutto il prelievo sul bancomat oggi è proprio nel mirino del fisco. Infatti ogni volta che un italiano preleva al bancomat questa operazione finisce monitorata dalla famosa super anagrafe dei conti correnti.

Pixabay

Il fatto è che lo stato sta facendo una vera e propria guerra al denaro contante e quindi l’Agenzia delle entrate monitora proprio i conti correnti degli italiani per scovare ogni forma di evasione fiscale. Quindi ogni volta che si fa un prelievo bancomat si viene attentamente monitorati e quel prelievo insieme agli altri finisce nel database dell’agenzia delle entrate e qualsiasi operazione anomala sarà segnalata e stancata. Ma il fatto è che gli sportelli bancomat stanno anche diminuendo in tutta Italia. Infatti il bancomat per la banca è una grossa spesa.

Fisco e banche ti stangano

La banca così come il governo premono per l’adozione dei pagamenti digitali. Infatti i pagamenti digitali sono tracciabili e quindi per il fisco diventa facilissimo scoprire qualsiasi forma di evasione fiscale di riciclaggio del denaro sporco. Ma oggi il problema al bancomat è anche l’aumento delle commissioni. Infatti a quanto pare ben presto se si preleverà su un bancomat diverso da quello della propria banca si dovrà pagare una commissione di un euro e 50 centesimi. Ma oggi ci sono delle operazioni che al bancomat sono fortemente sconsigliate come ad esempio il prelievo di venerdì. Infatti bande di truffatori hanno nascosto in vari bancomat italiani dei dispositivi radiocomandati in grado di bloccare la card all’interno dello sportello.

Cosa è meglio non fare

Quindi quando il correntista andrà a fare il prelievo bancomat si ritroverà con la card bloccata e sarà convinto di dover aspettare il lunedì per poter tornare in banca a riprenderla ma invece saranno poi i malintenzionati a sbloccare la card e a poter fare i loro comodi proprio con il conto del cliente. Quindi oggi il bancomat sia a causa del fisco che a causa delle truffe che a causa dei malintenzionati appare veramente nel mirino e gli esperti sostengono che i bancomat saranno sempre di meno e che gli italiani ben presto saranno costretti a utilizzare soltanto i pagamenti digitali anche se non tutti li amano.