Stufa a Pellet: tra bonus e rialzi conviene ancora?

Stufa a Pellet, tra bonus e rialzi conviene ancora utilizzarla? Ecco la nuova riflessione in merito in vista dei mesi invernali.

La crisi energetica ci ha messo di fronte ad una situazione che, da molto tempo, è ormai inusuale; l’aumento dei costi del gas, oltre a risparmiare, ci invita all’utilizzo di metodi alternativi per riscaldare il nostro appartamento.

stufa pellet bonus
(Foto: Pixabay).

In molti hanno ricominciato ad utilizzare le  stufe al pellet, ma anche questo materiale ha subito un rincaro davvero incredibile. A questo punto, conti alla mano, per quale tipo di riscaldamento conviene optare in vista dell’inverno?

Stufa a Pellet tra bonus e rialzi: conviene ancora utilizzarla?

Ricavato dal legno vergine, il pellet è un combustibile regolamentato dalla norma UNI EN ISO 17225 per quanto riguarda le specifiche e la classificazione per uso industriale o anche domestico.

L’aumento dei prezzi del gas ha fatto schizzare alle stelle anche quelli del pellet, considerata una sua naturale alternativa; rispetto alla situazione pre-Ucraina, come sottolinea anche il sito GreenMe, il suo prezzo è triplicato.

A questo punto, in molti si chiedono se convenga davvero utilizzare la stufa a pellet per riscaldare l’appartamento, oppure se continuare ad utilizzare i termosifoni e dunque il gas; ad aiutare i cittadini nel pagare le bollette sono arrivati in questi mesi diversi bonus, che potrebbero anche essere protagonisti (magari in maniera rafforzata) nell’ormai nuovo Governo Meloni.

Come riporta la fonte, ci sono poi una serie di altri bonus attualmente in vigore e che potrebbero magari fare al caso vostro in cui può rientrare anche l’utilizzo della stufa al pellet; ad esempio, troviamo l‘Ecobonus per le spese sostenute entro dicembre 2022.

stufa pellet bonus
(Foto: Pixabay).

Ricorrendo a questo incentivo si può ottenere un rimborso pari al 65% per un importo massimo a €30.000 euro per immobile, rispettando i limiti di emissione imposti  e con l’impianto di riscaldamento già presente nell’edificio.

In alternativa, troviamo il conto termico gestito dal Gse con cui è possibile avere un rimborso fino al 65% della spesa relativa al montaggio della stufa al pellet e poi anche il bonus ristrutturazione. Fate le vostre scelte e cercate di adottare la soluzione più economica e comoda per voi e più ecologia per salvaguardare l’ambiente!