Problemi alla schiena? Ecco gli esercizi da fare

Se hai dolori da giorni e problemi alla schiena che non ti lasciano tranquillo, ecco alcuni esercizi da fare per evitare il peggio

Molto spesso la prima zona del nostro corpo ad affaticarsi maggiormente è proprio la parte posteriore, in particolare la schiena.

(Dolori alla schiena, gli esercizi/ Pixabay)

Se hai dolori frequenti da molti giorni e i problemi alla schiena non ti lasciano per nulla tranquillo, in questo articolo abbiamo intenzione di mostrarti alcuni esercizi da fare per evitare il peggio. Eccone alcuni che potrebbero rivelarsi molto utili.

Se hai problemi alla schiena prova a fare questi esercizi

Soffrire di dolori frequenti alla schiena non è mai una passeggiata. La presenza del dolore lancinante è costante e il pericolo di rimanere bloccati sul serio è altissimo. È proprio per questo che è importantissimo tutelare la propria salute e cercare in tutti i modi di prevenire i problemi alla schiena.

Un ottimo modo per farlo è quello di imparare ed eseguire esercizi specifici per la nostra schiena, in modo da prevenire i dolori. Esistono infatti, alcuni movimenti da fare per tutelare la nostra schiena e “allenarla” anche per i momenti di particolare stress.

Il primo esercizio è da ripetere almeno 3 o 4 volte alla settimana. Partendo dalle anche, possiamo infatti agire su articolazioni particolarmente importanti per la nostra schiena. Partiamo dalla classica posizione in piedi, mettendo la schiena al muro. Successivamente solleviamo una delle due gambe e pieghiamo il ginocchio mantenendo il piede a martello. A questo punto spingiamo la gamba verso l’alto e compiamo una decina di questi movimenti, senza però sforzare troppo. Facciamo lo stesso esercizio con l’altra gamba.

(Dolori alla schiena, esercizi/PxHere)

Il secondo esercizio che vogliamo proporti è piuttosto simile al primo, anche se vi è una netta differenza. In questo caso, infatti, è richiesto di sollevare la gamba e di aprirla, in modo da eseguire lo stesso movimento fatto in precedenza.

Possiamo anche realizzare un esercizio classico, come il sumo squat. Mettiamo le gambe divaricate oltre la linea delle spalle, mantenendo i piedi leggermente aperti. Facciamo un movimento dall’altro verso il basso con le ginocchia che cercano di assorbire il movimento flettendosi.

Un ulteriore esercizio è dedicato al bacino. Ci mettiamo in ginocchio a quattro zampe e apriamo la gamba destra, in modo da arrivare all’ampiezza massima. In questo caso è molto importante fare attenzione a mantenere dritta la colonna vertebrale.