San Gennaro: Napoli e il miracolo avvenuto | Il sangue si è sciolto

In questo 19 settembre, e più di ogni altra cosa in tutto l’anno, a Napoli si attende il suo miracolo. Ma San Gennaro non ha fatto attendere e ha ripetuto il prodigio della liquefazione del sangue.

In tantissimi accorsi a pregare il Santo in Cattedrale, prime su tutte le sue “parenti”.

San Gennaro miracolo

Napoli è protetta da San Gennaro

Il miracolo tanto atteso è avvenuto: nella Cattedrale di Napoli, alle ore 9.30, San Gennaro ha ripetuto la liquefazione del suo sangue. Le ampolle contenenti il sangue del martire, quando sono state prelevate dalla teca che le conteneva, hanno visto il prodigio del sangue già liquefatto.

L’annuncio, poi, dell’avvenuto miracolo, direttamente dall’altare della Cattedrale, è stato dato dall’Arcivescovo della città, Monsignor Domenico Battaglia, seguito dal classico sventolio del fazzoletto bianco.

Non solo fedeli e giornalisti, ma anche tanti turisti che, trovatisi in città ed “incuriositi” dal miracolo, hanno assiepato la Cattedrale per assistere al prodigio. Tanto che la Cattedrale stessa era gremita in ogni ordine di posto e non solo. All’esterno, anche, i fedeli si sono radunati. In particolare quando l’Arcivescovo, alla fine della celebrazione, è uscito sul piazzale con la teca, ed ha benedetto la città.

Il miracolo e le preghiere delle parenti

Un momento di attesa iniziato già di mattino presto, quando le porte della Cattedrale sono state aperte per lasciare in particolare alle donne, le “parenti di San Gennaro”. Loro, vestite di nero, si sono poste in preghiera, con litanie in dialetto napoletano (alcune che soltanto chi appartiene a questo “gruppo” conosce) in attesa dell’avvenuto miracolo.

Un prodigio che, anche secondo la tradizione popolare, è di buon auspicio perché sta a significare che, nonostante tutto, il Santo stende e protegge la sua città in ogni momento e da ogni pericolo, almeno per un altro anno.

È da ricordare, però, che il prodigio della liquefazione del sangue di San Gennaro non avviene solo il 19 settembre ci altri due giorni nell’anno. Il giorno del Miracolo Laico e quello del Miracolo di Maggio. Il primo ricorre il 16 Dicembre giorno in cui San Gennaro fermò la lava del Vesuvio che minacciava la Napoli. Il secondo il sabato che precede la prima domenica di maggio. In questo si svolge la processione con le ampolle del sangue insieme al busto di San Gennaro.