Scuola: dopo il Covid cambiano le regole | Il nuovo vademecum

Scuola: mancano poco meno di 15 giorni all’inizio del nuovo anno e già si ripresenta il problema degli anni passati insieme al Covid. Mascherine, Dad? Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Il Ministero dell’Istruzione ha inviato, a tutte le scuole, le nuove regole per un ritorno in classe in tutta serenità.

Scuola nuove regole

Scuola: il ritorno dopo il Covid

Tornare a scuola come lo si faceva prima del Covid. Questo è quello che studenti, insegnanti e famiglie si aspettano. E, stando a quanto scritto dal Ministero della Pubblica Istruzione nelle nuove regole inviate alle singole scuole, sarà proprio così.

Il Covid c’è, ma dobbiamo imparare a conviverci, ricordandoci sempre le misure che abbiamo imparato a conoscere fino ad ora, ma allentando un po’ la pressione. Un vero e proprio vademecum è quello che il Ministero ha inviato, in particolare per capire al meglio come gestire eventuali casi di positività (sia fra alunni che fra i docenti) e come comportarsi in merito.

Ciò che dal Governo si sono proposti è quello di ritornare a scuola ed in classe con serenità, garantire la frequenza scolastica quanto più possibile per evitare di far perdere importanti ore di lezione e studio ai ragazzi.

Ma cerchiamo di capire come. Iniziamo dai ragazzi e dai bambini che potranno restare a scuola e frequentare se hanno sintomi respiratori di lieve entità, non hanno però febbre e sono in buone condizioni di salute. Regola che vale anche per i ragazzi delle scuole medie e superiori, non solo per i bambini di elementari e materne.

Chi dovrà indossare la mascherina e chi no

Tutti potranno frequentare a patto che, coloro che hanno questi sintomi di lieve entità, indossino la mascherina Ffp2 fino alla risoluzione dei sintomi stessi. Ma possono andare a scuola, a differenza dello scorso anno che dovevano stare in isolamento e a casa.

E se si è positivi, si torna in Dad? No. La didattica a distanza, per il prossimo anno scolastico, non sarà più in vigore. Se ci sono casi positivi, siano essi ragazzi, bambini o personale scolastico, essi verranno ospitati momentaneamente in un’area predisposta (detta anche area di isolamento), prima del ritorno a casa secondo le regole predisposte. Per i ragazzi minorenni, è necessario l’avviso ai genitori.

I casi positivi torneranno in classe e a scuola solo quando presenteranno un test (antigenico o molecolare) che attesti la loro completa negatività.

Non ci saranno più i controlli della temperatura per l’ingresso a scuola. Coloro che sono soggetti a rischio, dovranno indossare la mascherina Ffp2 all’interno dell’istituto scolastico. Nelle singole scuole, però, resta l’obbligo della sanificazione ordinaria e straordinaria.