8.000€ per una pizza | Follia? No, c’è chi lo ha fatto

La pizza è l’alimento più conosciuto e mangiato al mondo. Che sia margherita o marinara, a base di pesce o anche dolce: può esser condita con gli ingredienti più svariati.

Ma c’è chi, invece, ha deciso di aggiungere qualcosa di veramente prezioso. Se i 15€ proposti da Briatore hanno destato scalpore, vi diciamo che c’è una pizza che può costare anche più di 8.000€.

Pizza

Perché mai così cara?

Non avreste mai pensato di spendere 15€ per una pizza, come il caos venutosi a creare dopo che Flavio Briatore ha deciso di aprire la sua catena di pizzerie. Ma pensate che c’è chi è pronto a spenderne 8300 di euro per gustare una pizza da veri chef. Non ci credete? Eppure è così e vi sveliamo dove, come e da chi.

Di solito, siamo abituati ad andare in pizzeria, chiedere una bella Margherita e spendere fra i 6 e i 9€. Ma c’è chi ha pensato di aumentare ancora di più il costo di questa vera e propria delizia. Lo chef cilentano Renato Viola ha detto sì e, per lui, la pizza può arrivare a costare sino a 8300€. E’ la sua la pizza più cara al mondo.

La pizza si chiama “Luigi XIII”: un nome che è tutto un programma e che ricorda le sfarzose corti di Francia. E di sfarzoso, infatti, oltre che di costoso, c’è davvero tutto, a partire dagli ingredienti

Lo chef ha spiegato, sulle sue pagine social, che il tutto parte da una lievitazione naturale di ben 72 ore, ma quel che davvero conta e fa aumentare il prezzo sono gli ingredienti usati per il condimento. Il sale usato per aromatizzare l’impasto, è quello australiano di Murray River.

8300€ per una pizza?  C’è chi li spende

La superficie viene condita con gamberoni rossi di Acciaroli, tre tipi di caviale, con la cicala del Mediterraneo e, infine, con l’aragosta di Palinuro. Una pizza a base di pesce, sembrerebbe all’inizio, ma ecco il tocco finale, il segreto di un prezzo così elevato. Il cognac “Luigi XIII Remy Martin”: ne bastano giusto due gocce per completare la pizza.

Penserete che il tutto finisca qui, ma all’eccesso non c’è mai fine. Questa pizza non si mangia in pizzeria come tutte le altre. Viene ordinata a domicilio.

Pizza
photo web source

L’ordine vedrà lo chef stesso arrivare a casa del cliente e cucinarla lì, davanti a lui. Il tutto accompagnato da sommelier e aiuto chef. Il tutto per la modica cifra di 8300€.